Remove these ads. Join the Worldbuilders Guild

Alessandro Zucchi

Un'Ala Destra di istanza a Thalmis durante il Collasso Dimensionale, in seguito al Risveglio si prodigò per aiutare gli abitanti, radunando un piccolo gruppo di combattenti per azioni di guerriglia e proteggendo chi non ha alcuna possibilità di cavarsela da solo.
Quando il Fuoco Purificatore si fece vivo, rifiutò di rendere conto ai superiori, che erano mancati durante i primi mesi dopo il disastro, i più pericolosi. Inviperito per il loro comportamento, dichiarò che lui era l'ultima autorità della chiesa rimasta a Thalmis e come tale qualunque attività gli sarebbe dovuta essere riportata e non ci sarebbe stata alcuna iniziativa che non fosse approvata da lui. Fu solo dopo un incontro con l'arcangelo Raffaele che accettò il ruolo di capo del Clan Zucchi.

Mental characteristics

Personal history

Durante il Collasso Dimensionale si trovava in missione per indagare su una famiglia di vampiri di Thalmis, al suo risveglio la città bruciava attorno a lui e dei diavoli lo stavano per uccidere quando d'istinto si riparò con l'ala che ornava la sua armatura mentre, afferrata la spada con la sinistra, ruotò su sé stesso per trafiggere l'aggressore mentre la spada brillava di luce riducendolo in cenere.

Isolato e braccato da una crescente attività infernale che lo voleva morto, potersi fregiare di un trofeo ricavato da un'Ala è una cosa molto ambita, continuò a combattere per giorni, con poche occasioni per riposare e perso in un mondo che non riconosceva, trovò accoglienza tra altri disperati come lui.
Nei primi mesi successivi al Collasso, si preoccupò di respingere le creature delle altre prospettive prima di capire che la cosa giusta da fare era creare una fortificazione per rafforzarsi e proteggere gli indifesi. Divenne il capo di un gruppo di combattenti valorosi, molti come lui adepti del Fuoco Purificatore, e velocemente il suo clan divenne molto potente e rispettato. Accettava solo i combattenti più onorevoli o chi aveva non era in grado di difendersi da solo. Con questi criteri manteneva sotto controllo sia la crescita della sua comunità che un clima libero da persone instabili o approfittatori.

Dopo qualche mese si fecero vivi alcuni membri del Fuoco Purificatore venuti da fuori, che chiedevano rapporti e ordinavano delle missioni da compiere. In un primo momento Alessandro non aveva molti ricordi della chiesa, trovò estremamente irrispettoso l'arrivo di persone che non conosceva a dare ordini, soprattutto dopo essere stati dimenticati per tutto questo tempo; quando poi venne a sapere cosa significa essere un'Ala Destra, e dei vantaggi che questo comportava, decise di fare quello che nessuna Ala avrebbe mai pensato di fare prima: ignorare completamente gli ordini dei superiori, spesso andando nella direzione opposta e arrivando perfino a spogliare gli emissari delle loro provviste e cacciarli dalla città.

Nella primavera del 2 PC, il Fuoco Purificatore decise di mandare un gruppo bene armato a Thalmis, ufficialmente per liberarla dal male che vi si annidava. Nel gruppo erano presenti anche il cardinale Francisco, un'Ala Sinistra, e l'arcangelo Raffaele a guidare la spedizione. Ignari delle vere motivazioni delle alte sfere del clero di rimuovere Zucchi dalla sua posizione, mostrando all'arcangelo un disertore da punire e nel mentre ottenere prestigio per essere riusciti a portare ordine nella città.
Appena Zucchi venne a sapere che per le strade si girava una mezza legione di chierici con tanto di cardinale al seguito, strinse un accordo con i Clan Los Santos e Loiben, chiedendo personale combattente in cambio di aiuti futuri e la promessa di tenere le armi che stavano generosamente per "offrire in dono".
Il piano era accerchiarli e disperderli, per poi costringerli in ritirata sfruttando la conoscenza superiore del territorio. Durante un assalto, il cardinale cercò di trasformare un conflitto militare in uno scontro politico, tentando di screditare il comportamento di Zucchi definendolo deplorevole, sottolineando a gran voce quanto è disonorevole la disubbidienza. L'arcangelo interruppe lo scontro, scese davanti all'Ala per chiedere spiegazioni e dopo aver sentito cosa aveva da dire, si girò e dichiarò la ritirata perché non c'era più bisogno di questa spedizione, reprimendo il cardinale e ricordandogli di rispettare le decisioni prese da un'Ala.

Questo avvenimento sancì un momento importante per la storia del clan. Anche senza alcuna dichiarazione ufficiale da parte dell'arcangelo, l'evento è considerato come il riconoscimento ufficiale di Alessandro Zucchi quale massima autorità del Fuoco Purificatore a Thalmis. Solo dopo questo avvenimento accettò di essere considerato un capo clan.

Dopo qualche settimana il Fuoco Purificatore cominciò a intraprendere un dialogo ufficiale con Zucchi, chiedendogli aggiornamenti sula situazione e offrendo le risorse che potevano inviare da Campo Bianco. Inizialmente ignorò questi contatti, ma dopo un po' cominciò a richiedere medicine e materiale raffinato per produrre armi e armature, e rispondere con rapporti regolari sullo stato della città. Chi gli stava vicino vedeva con piacere questa apertura, un po' perché il supporto che offrivano era fondamentale per la vita in città, le medicine che avevano recuperato dalle farmacie erano ormai quasi tutte scadute e non c'erano mezzi o le conoscenze per produrne di nuove.

Al quarto anniversario del Collasso Dimensionale, il cardinale Francis1 fu inviato a fare le veci dell'Alto Sacerdote per conferire a Zucchi il titolo di cardinale.


1 Dopo il Collasso Dimensionale, in assenza dell'Alto Sacerdote caduto in coma, le investiture sono decise ed eseguite dagli angeli. La forzatura di ufficializzare l'investitura da parte dello stesso cardinale che aveva provato a screditarlo pochi anni prima, è stata la punizione per aver tentato di sfruttare gli angeli per problemi terreni.

Current Location
Thalmis
Species
Umano
Currently Held Titles
Year of Birth
2207 PC 44 Years old
Aligned Organization
Clan Zucchi
Other Affiliations

Remove these ads. Join the Worldbuilders Guild

Comments

Please Login in order to comment!