Remove these ads. Join the Worldbuilders Guild

Guerra tra Xuli e Yushi

Il regno di Yushi, come ogni regno, ha un padiglione reale per la coltivazione: il Tempio di Yulong. Lungo tuttala storia del regno, ogni governatore avrebbe selezionato uno dei suoi discendeni per mandarlo a coltivare il Tao*, per pregare per la prosperità e la pace del paese. Detto così sembrerebbe grandioso essere il prescelto, ma in realtà era un duro lavoro. Il metodo di coltivazione del Tempio di Yulong era davvero duro: nessun servitore o nessuna comodità erano permessi e, una volta lì, bisognava fare lavori manuali. Questa posizione veniva sempre disprezzata, qualcuno avrebbe anche speso una fortuna per rovare un rimpiazzo.   *Termine cinese che vuol dire “Via”, “Sentiero” ed è ciò da cui tutto ha avuto origine e a cui tutto ritorna. Il cultore, attraverso la meditazione, una buona condotta, il conseguimento di una purezza mentale e di un equilibrio tra pensiero e azione (Yin&Yang), può ricongiungersi con il Tao e raggiungere, infine, l’immortalità e andare in Cielo. In caso contrario finirà nel regno dei demoni e dei fantasmi.     Yushi Huang era, sì, una discendete di sangue reale del regno di Yushi, ma era una donna ed era nata da una concubina di basso rango, quindi la sua posizione sociale non era alta. Con la sua personalità introversa e il suo imbarazzo, i quindici fratelli e sorelle, più vecchi o più giovani, erano tutti più favorevoli di lei. Per questo Yusjìhi Huang fu scelta per coltivare nel Tempio di Yulong.   La ragazza passò i suoi giorni a coltivare in pace, quando un giorno degli stimati ospiti vennero dal regno di Xuli. Xuli e Yushi non iniziarono subito a farsi la guerra: c'era ancora della civiltà forzata e falsa cortesia all'inizio. Al fine di mantenere la pace il regno di Xuli mandò un po' di reali, generali e funzionari civili per parteipare al banchetto nazionale del regno di Yushi.   Quando Xuli non desiderò più mantenere una falsa pace si inventò qualche scusa per invadere Yushi. Pei Ming, generale del regno di Xuli, condusse l'esercito verso i cancelli del palazzo reale, obbligando il re di Yushi a nascondersi e affidarsi all'ultima linea di difesa. Sarebbe bastata un po' di pressione per rompere quella debole difesa. Comunque, Pei Ming, seguendo il suggerimento di una sottoposto, non ditrusse l'ultima linea di difesa. Invece prese centinaia di criminali destinati alla pena di morte di Yushi, li travestì da normali civili e li portò davanti ai cancelli del palazzo. Poi disse al re di Yushi che se fosse uscito dal suo nascondiglio e inchinatosi tre volte come punizione per aver oppresso il suo popolo e, infine, si sarebbe suicidato in espiazione, allora avrebbe liberato i civili e non avrebbe toccato neanche con un dito i membri rimanenti della casata reale. Se si fosse rifiutato, Pei Ming avrebbe mozzato la testa a tutti quei civili. Diede al re tre giorni di tempo e passato ogni giorno avrebbe ucciso un gruppo di prigionieri. Passati tre giorni avrebbe invaso il palazzo uccidendo i reali e poi avrebbe ucciso il resto dei civili.   Inaspettatamente, dopo solo un giorno, prorpio mentre Pei Ming stava per ordinare l'esecuzione del primo gruppo di "civili", il governante di Yushi apparve veramente.   I cancelli del palazzo si aprirono. Il monarca con la spada sacra Yulong appesa alla vita uscì, si inchinò tre volte davanti al popolo. Poi sfoderò la spada e si squaciò la gola sporcando i cancelli di sangue.   Pare che Yushi Huang avesse chiesto al padre di consegnarle la corona, così la sedicenne diventò regina di Yushi e uscì allo scoperto, pronta a sacrificarsi al posto del re. Così Yushi Huang si squarciò la gola, persino i soldati di Xuli non poterono sopportare di rimanere a guadare una tale scena e si affrettarono a salvarla, tuttavia la ferita era troppo grave: la ragazza non poteva essere salvata. Spedirono il "monarca" al Tempio di Yulong per esalare il suo ultimo respiro, ma  nel momento in cui spirò, tuoni ruggirono e fulmini crepitarono: il maestro della pioggia, "la principessa che squarciò la propria gola", ascese al cielo.   Sfortunatamente non bastò il suo sacrificio a vincere la guerra, infatti il regno di Yushi fu, infine, sconfitto. Pare che Xuan Ji, una generalessa di Yushi, fosse follemente innamorata di Pei Ming e gli consegnò informazioni segrete sul proprio regno, tradendolo. Comunque il generale Pei Ming la rifiutò e bruciò le informazioni che gli aveva portato: non ne aveva bisogno per vincere la guerra.
Conflict Type
War

Remove these ads. Join the Worldbuilders Guild

Comments

Please Login in order to comment!